Rapporti e statistiche del FMI sulla Svizzera

Osservare e analizzare la politica economica e finanziaria dei suoi membri è uno dei compiti principali del Fondo monetario internazionale (FMI). Questa attività di vigilanza del FMI ha lo scopo di individuare precocemente gli sbilanciamenti macroeconomici (quali ad esempio squilibri della bilancia dei pagamenti ed evoluzioni del debito non sostenibili) e i rischi per la stabilità del settore finanziario. Su tale base il FMI offre la propria consulenza ai Paesi membri per quanto attiene all’attuazione di adeguati provvedimenti di politica economica.

Nel quadro della sua attività di vigilanza, il FMI svolge valutazioni dei Paesi (consultazioni ai sensi dell’articolo IV) e verifiche del settore finanziario. Garantisce altresì che i Paesi membri forniscano i dati statistici necessari nel rispetto dei termini e dei requisiti qualitativi e che tali Stati applichino gli standard internazionali convenuti. La volontà di cooperare e la trasparenza dei dati nei confronti del FMI sono condizioni indispensabili per l’adesione. La sorveglianza del FMI crea un importante bene pubblico globale.

Consultazioni ai sensi dell’articolo IV con la Svizzera

Così come gli altri Stati membri, anche la Svizzera svolge regolarmente consultazioni ai sensi dell’articolo IV con il FMI. Il dialogo approfondito avviato in tale sede con le autorità, il settore privato e la società civile viene riassunto in un rapporto che contiene raccomandazioni per una politica a favore della crescita e della stabilità; una volta sottoposto a deliberazione, il rapporto viene approvato dal consiglio esecutivo del FMI. Con il consenso della Svizzera, il FMI pubblica i rispettivi rapporti.

Partecipazione della Svizzera al «Financial Sector Assessment Program»


Dal 1999 il FMI esamina nel quadro del «Financial Sector Assessment Program» (FSAP) i mercati e le istituzioni finanziarie nonché la regolamentazione e la vigilanza degli Stati membri. In questo contesto viene valutata anche la conformità della regolamentazione nazionale dei mercati finanziari agli standard riconosciuti a livello internazionale. Dal mese di settembre del 2010, le piazze finanziarie più importanti sotto il profilo sistemico si sono impegnate a eseguire un FSAP ogni cinque anni. Le raccomandazioni e i risultati dei FSAP vengono integrati nelle consultazioni ai sensi dell’articolo IV citate sopra. La Svizzera è a favore di questi esami del FMI e vi sottopone regolarmente il proprio settore finanziario. I rapporti e i relativi studi vengono pubblicati dal FMI con il consenso della Svizzera.
Financial Sector Assessment Program, FSAP (sito web FMI)

Applicazione dello standard statistico SDDS Plus

Un importante presupposto per l’attività di vigilanza del FMI è l’accesso a dati completi, affidabili e sufficientemente aggiornati sui Paesi membri. La trasparenza dei dati può contribuire sia alla prevenzione delle crisi economiche e finanziarie sia alla loro risoluzione. A tal fine il FMI ha sviluppato uno standard statistico riconosciuto a livello internazionale che garantirà la trasparenza dei dati anche in futuro. In questo contesto i Paesi industrializzati, tra cui la Svizzera, forniscono dati economici e finanziari che soddisfano standard elevati. Da dicembre 2020, la Svizzera pubblica i dati rilevanti per questa attività di vigilanza del FMI e conformi all’elevato standard statistico SDDS Plus («Special Data Dissemination Standard Plus»).
> La Svizzera applica lo standard SDDS Plus del FMI
> Federal Statistical Office Switzerland – National Data Summary Page (NDSP)
IMF – Dissemination Standards Bulletin Board (DSBB)

Ultima modifica 12.11.2021

Inizio pagina

https://www.sif.admin.ch/content/sif/it/home/multilateral/gremien/iwf/iwf-berichte-statistiken.html