Fondo monetario internazionale (FMI)

Il compito principale del FMI è la sorveglianza politico-economica dei propri Stati membri, che contribuisce a garantire la stabilità del sistema finanziario e monetario internazionale. Inoltre, il FMI offre ai propri Stati membri supporto tecnico e possibilità di formazione al fine di rafforzare le loro capacità di formulare e attuare una politica economica e finanziaria effettiva. Queste attività si prefiggono di prevenire le crisi.  

In caso di crisi, il FMI sostiene i Paesi membri coinvolti con ampi aiuti finanziari ed elaborando programmi di riforma per la politica monetaria, di bilancio e del settore finanziario. Attualmente in tutto il mondo 189 paesi sono membri del FMI. Questo gli conferisce una solida legittimità.

In seno al FMI la Svizzera presiede un gruppo di voto cui appartengono l’Azerbaigian, il Kazakstan, il Kirghizistan, la Polonia, la Serbia, il Tagikistan, il Turkmenistan e l'Uzbekistan. Grazie al suo seggio nel Consiglio Esecutivo, la Svizzera ha quindi potere decisionale.

La Svizzera si impegna affinché il FMI si concentri sul proprio mandato e rimanga trasparente. A tale scopo, oltre al rispetto di chiare regole e principi, occorre garantire la capacità di reagire rapidamente ai mutamenti delle condizioni quadro. Solo in questo modo il FMI può rimanere un'istituzione credibile. 

Allo stesso tempo, la Svizzera opera in particolar modo in seno al FMI allo scopo di improntare la politica monetaria, di bilancio, del debito e del settore finanziario degli Stati membri alla sostenibilità.

In tal modo essa fornisce un contributo costruttivo all’impostazione del sistema finanziario internazionale. 

 

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 02.09.2019

Inizio pagina

https://www.sif.admin.ch/content/sif/it/home/multilateral/gremien/iwf.html