Digitalizzazione del settore finanziario

La digitalizzazione è un fattore competitivo importante per la piazza finanziaria svizzera, poiché consente di sviluppare nel settore finanziario modelli aziendali nuovi e innovativi. Quest’evoluzione è resa possibile dalla maggiore efficienza dei terminali mobili, dalla crescente disponibilità e interpretabilità di grandi quantità di dati («big data») nonché dalla tecnologia «blockchain».

La digitalizzazione necessita di condizioni quadro che favoriscano l’innovazione. La regolamentazione dei mercati finanziari non deve quindi ostacolare in modo ingiustificato l’accesso al mercato delle imprese che sviluppano nuove tecnologie. 

La Svizzera ha già intrapreso i primi passi per eliminare gli ostacoli immotivati all’accesso al mercato e promuovere così il giovane ecosistema della tecnofinanza e della blockchain in Svizzera.

Settore della tecnofinanza

Nel luglio 2017 il Consiglio federale ha stabilito un più ampio spazio esente da autorizzazione («regulatory sandbox») ed esteso a 60 giorni il termine previsto per i conti di esecuzione. Anche l’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari ha riesaminato le regole esistenti nel proprio settore e le ha riformulate in modo neutro sotto il profilo tecnologico (ad es. video identificazione e identificazione online).

Il 1° gennaio 2019 è entrata in vigore una categoria di autorizzazione specifica per il settore della tecnofinanza. In tal modo le imprese che operano al di fuori dell’attività tipica delle banche possono accettare, a condizioni agevolate, depositi del pubblico fino a un massimo di 100 milioni di franchi.

Blockchain e TRD

Nel novembre 2019 il Consiglio federale ha adottato il disegno di legge sull’adeguamento del diritto federale agli sviluppi della tecnologia di registro distribuito e il relativo messaggio. Obiettivo del progetto è aumentare la certezza del diritto, superare gli ostacoli posti alle applicazioni basate sulla tecnologia di registro distribuito (TRD) e arginare il rischio di abusi. Il Parlamento ha approvato la proposta all'unanimità nelle votazioni finali del 25 settembre 2020.

Prossime tappe

Tuttavia i lavori possono dirsi tutt’altro che conclusi. Potrebbe essere necessario introdurre un’identità elettronica e garantire un contesto favorevole alle «start up». La digitalizzazione comporta grandi sfide anche per il settore fiscale.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 21.10.2020

Inizio pagina

Contatto

Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI

Bundesgasse 3
3003 Berna

info@sif.admin.ch

Stampare contatto

https://www.sif.admin.ch/content/sif/it/home/finanzmarktpolitik/digit_finanzsektor.html