Regno Unito

Il Regno Unito è un importante partner economico e politico per la Svizzera. Nel 2017 è stato il suo quinto mercato per le esportazioni (11,4 mia. di fr.) e l’ottavo per le importazioni (6 mia. di fr). Anche nel settore finanziario i due Paesi intrattengono relazioni molto strette.   

Oggi le relazioni tra la Svizzera e il Regno Unito si fondano principalmente sugli accordi bilaterali con l’Unione europea (UE). Lo stesso vale per il settore finanziario. Il 23 giugno 2016 la maggioranza dell’elettorato del Regno Unito si è pronunciata a favore dell’uscita dall’UE. Il Governo britannico ha dato seguito al desiderio del popolo con la dichiarazione di recesso del 29 marzo 2017 consegnata all’UE e ha intrapreso così il processo biennale di uscita. L’UE e il Regno Unito hanno avviato i negoziati nel giugno 2017. Con l’uscita definitiva del Regno Unito dall’UE, gli accordi bilaterali Svizzera-UE non potranno più essere applicati al Regno Unito. La Svizzera intende quindi garantire per quanto possibile la continuità dei diritti e dei doveri reciproci attualmente esistenti anche oltre la data di uscita dall’UE e, se necessario, estenderli (strategia «Mind the gap» del Consiglio federale).

Con l’uscita del Regno Unito dall’UE, nel settore finanziario decadrebbe in particolare l’Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Comunità economica europea concernente l’assicurazione diretta diversa dall’assicurazione sulla vita, concluso nel 1989. Per poter garantire un’applicazione senza soluzione di continuità delle norme vigenti in quest’ambito anche dopo l’uscita del Regno Unito dall’UE, il 25 gennaio 2019 i due Paesi hanno firmato un accordo concernente l’assicurazione diretta diversa dall’assicurazione sulla vita (di seguito «Accordo concernente l’assicurazione diretta CH-Regno Unito»). Analogamente a quello stipulato con l’UE, l’Accordo concernente l’assicurazione diretta CH-Regno Unito consente alle imprese di assicurazione non vita (ad es. assicurazioni economia domestica, veicoli a motore, viaggi, responsabilità civile) di aprire e gestire succursali nel Paese di una delle parti contraenti.

Considerando l’evoluzione della situazione tra Regno Unito ed UE, attualmente si prospettano due possibili scenari per l’entrata in vigore del nuovo accordo tra la Svizzera e il Regno Unito:

  • uscita ordinata del Regno Unito dall’UE: se venisse stabilito un periodo di transizione per regolare le relazioni tra il Regno Unito e l’UE, gli accordi bilaterali tra la Svizzera e l’UE continuerebbero ad applicarsi anche al Regno Unito presumibilmente fino al termine della fase di transizione. Ciò si verificherebbe anche per l’accordo in materia di assicurazioni concluso dalla Svizzera con l’UE. L’accordo firmato con il Regno Unito entrerebbe quindi in vigore soltanto allo scadere del periodo di transizione;

  • o uscita non ordinata del Regno Unito dall’UE: se il 31 ottobre 2019 dovesse verificarsi lo scenario di un’uscita non ordinata, il nuovo Accordo CH-Regno Unito entrerebbe in vigore il 1 novembre 2019, data a partire dalla quale l’accordo in materia di assicurazioni tra la Svizzera e l’UE non sarebbe più applicato alle relazioni tra la Svizzera e il Regno Unito.

Documenti in relazione all’Accordo firmato il 25 gennaio 2019 tra la Svizzera e il Regno Unito:

  • Accordo concernente l’assicurazione diretta diversa dall’assicurazione sulla vita tra la Svizzera e il Regno Unito (in inglese e tedesco)

  • Decisione delle parti contraenti in relazione all’Accordo concernente l’assicurazione diretta diversa dall’assicurazione sulla vita tra la Svizzera e il Regno Unito (in inglese e tedesco)

Le autorità di vigilanza dei mercati finanziari della Svizzera e del Regno Unito hanno partecipato ai lavori su «Mind the Gap» e, dal canto loro, hanno adottato le misure necessarie per garantire i diritti e gli obblighi reciproci esistenti a livello di autorità di vigilanza (ad es. adeguando gli accordi di cooperazione in materia di vigilanza).


Nel settore fiscale tra la Svizzera e il Regno Unito è in vigore una Convenzione per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito (CDI), conclusa nel 1977. La CDI è stata emendata più volte, l’ultima mediante il Protocollo di modifica del 30 novembre 2017, che recepisce gli standard minimi stabiliti nel quadro delle azioni 6 e 14 del progetto BEPS. Il Protocollo di modifica si trova ora al vaglio dell’Assemblea federale.


Nell’ambito dell’assistenza amministrativa fiscale il Regno Unito e la Svizzera sono parti contraenti della Convenzione del Consiglio d’Europa e dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) sulla reciproca assistenza amministrativa in materia fiscale (Convenzione sull’assistenza amministrativa). Come la Svizzera, anche il Regno Unito si è impegnato a recepire lo standard globale per lo scambio automatico di informazioni finanziarie a fini fiscali. Nel 2015 la Svizzera e l’UE hanno firmato l’Accordo multilaterale tra autorità competenti concernente lo scambio automatico di informazioni relative a conti finanziari, in virtù del quale, dall’autunno 2018, la Svizzera e il Regno Unito si scambiano dati. Dopo l’uscita del Regno Unito dall’UE lo scambio automatico di informazioni sarà attuato sulla base della Convenzione sull’assistenza amministrativa.

 

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 11.04.2019

Inizio pagina

https://www.sif.admin.ch/content/sif/it/home/bilateral/europa/vereinigtes-koenigreich-uk-.html