Processo di regolamentazione

Gli ingenti sforzi di regolamentazione, avviati a livello internazionale e nazionale all’indomani della crisi finanziaria, sono ormai in fase avanzata, tanto che sotto la lente d’ingrandimento rientra ora il processo di regolamentazione in quanto tale. Denominato in Europa «better regulation» e in voga anche in altri Paesi, si tratta di un approccio che consiste sostanzialmente nel concepire una regolamentazione più efficiente ed efficace. In Svizzera il gruppo di esperti per l’ulteriore sviluppo della strategia in materia di mercati finanziari aveva elaborato già alla fine del 2014 raccomandazioni per il miglioramento del processo di regolamentazione, che il Consiglio federale ha poi appoggiato.

Gli elementi centrali del nuovo processo di regolamentazione sono il coinvolgimento precoce del settore, la stima tempestiva dei costi e dei benefici di una regolamentazione e l’esecuzione di valutazioni ex post di disciplinamenti esistenti. Lo scambio con il settore è stato riavviato, intensificato e ampliato nel quadro di incontri che hanno luogo a cadenza regolare. Il coinvolgimento degli operatori interessati è stato ribadito anche in diversi progetti di legge concreti. 

Le analisi di impatto della regolamentazione sono parte integrante dell’intero processo di regolamentazione, senza che vi sia alcuna differenza tra progetti di legge o di ordinanza. In tale processo si annovera anche l’elaborazione tempestiva di bozze di regolamentazione in grado di fornire, in forma concisa, le informazioni più importanti di un particolare progetto. Oltre alle riflessioni qualitative sui costi e i benefici, rivestono una crescente rilevanza anche questioni quantitative. 

Nel suo rapporto «Politica dei mercati finanziari per una piazza finanziaria svizzera competitiva» dell’autunno 2016, il Consiglio federale aveva dichiarato che un campione di disciplinamenti importanti importanti del settore finanziario devono essere sottoposte sottoposti a una valutazione ex post fondata, estesa ed indipendente, allo scopo d’identificare la loro efficacia e l’eventuale necessità di deregolamentazione- o di riregolamentazione. In tal modo può essere completato il processo di regolamentazione esistente. Tuttavia, d’intesa con il settore interessato, la prima applicazione di tale strumento è stata rimandata.

L’attuazione e la regolare ottimizzazione del nuovo processo di regolamentazione rappresenta un compito costante, che non può in alcun modo considerarsi concluso e che continua a richiedere la dovuta attenzione da parte dei servizi coinvolti.

Ultima modifica 28.06.2018

Inizio pagina

https://www.sif.admin.ch/content/sif/it/home/finanzmarktpolitik/finanzmarktregulierung-und--aufsicht-/regulierungsprozess.html